TES: Finding Evan

Un mesetto fa ero giù di morale. Ancora non ne ho capito bene il motivo, ma ero in piena fase “odio tutti e tutto”, quindi qualsiasi cosa mi dava sui nervi. Siccome è stato Dragon Age Inquisition a tirarmi fuori dal buco nero nel quale ero finita da qualche anno, mi son detta: metti su il disco nella Play.
Non ero dell’umore giusto per giocare con il mio elfetto o uno qualsiasi degli altri Inquisitori, quindi ho avuto l’idea di crearne uno di nuovo, imponendomi però di rendere la cosa puramente divertente; quindi ho deciso di fare la copia di Cullen Rutherford. Ho creato un collage in fretta e furia per farvi capire di chi sto parlando.

E che dire se non che lo adoro alla follia per quanto figo e tenerotto è?! Ma andiamo avanti, che non son qua per sbavare su Cullen (non questa volta hehe).

 

Dicevo, per risollevarmi il morale ed impegnare il mio cervello in qualcosa di frivolo, mi misi a creare un Inquisitore che gli somigliasse, ovviamente sfruttando le risorse messe a disposizione dal gioco per la versione Playstation (con la versione PC ci sono le mods, ma sul mio portatile il gioco non gira sigh sob).
Dopo quella che penso sia stata un’oretta buona a sfoltire sopracciglia, ridimensionare occhi, allungare nasi… il risultato fu questo.

Ovviamente avrei dovuto sistemare alcuni dettagli una volta attivato l’Emporio Nero (una location che ti offre la possibilità di sistemare le caratteristiche facciali da zero), tipo i capelli troppo scuri, il naso storto, gli occhi non allineati al punto giusto, e così via… ma per quel pomeriggio mi ero divertita, quindi avevo raggiunto il mio scopo.

 

Ora arriva il bello, ovvero quello che collega questo sproloquio al mio libro.
Quando si crea un Inquisitore la prima cosa che viene richiesta per poter far partire l’avventura è un nome. Sembra una sciocchezza perchè pensi di poterlo cambiare più avanti… ED INVECE NO. Infatti i miei due elfi, Leliar e Nim, hanno questi nomi proprio per la mia innocenza in merito. Quindi che nome dare a questo clone di Cullen? Non potevo chiamarlo Cullen: mi sembrava un’offesa all’originale e una scelta stupida. Al che nella mia mente passò l’idea di dargli il nome di uno dei personaggi del mio libro. “E’ biondo, affascinante, atletico, ha la cicatrice. E’ Evannoryen!” esclamai, e digitai il suo nome, dando via al gioco. E finì lì.

 

Qualche giorno fa ho ripreso in mano la sua partita e mi son ricordata delle modifiche da apportare per farlo assomigliare sempre più a Cullen. Dopo aver attivato l’Emporio, praticamente passavo costantemente da una missione alle modifiche facciali. Non riuscivo a renderlo simile a Cullen ma la cosa non mi infastidiva: era divertente cercare di cogliere dettagli come la distanza tra gli occhi o l’altezza delle orecchie (giuro, questo gioco ha un livello di personalizzazione che mi sconvolge ogni volta).

 

E’ stato mentre gli scattavo qualche foto in pose random che ho cominciato a pensare “e se… se invece di copiare Cullen cercassi di creare davvero il mio Evannoryen?”. Al che mi son messa a riflettere su come doveva essere il principe del mio libro.

 

Sono anni, ANNI, che cerco di dargli un volto. La prima ispirazione era venuta da Chris Evans, seguita poi da Bradley James nei panni di Arthur nella serie tv “Merlin”. Insomma, negli appunti avevo solamente scritto che doveva essere biondiccio e belloccio, ma non riuscivo ad identificarlo con nessun volto in particolare.
Da un certo punto di vista ne ero contenta, perchè volevo fosse un personaggio originale e non un semplice prestavolto. Ma provate voi a descrivere una scena senza avere bene a mente le caratteristiche principali.

 

Insomma, nel modificare Evannoryen ho cercato di mantenermi comunque sulla base creata copiando le fattezze di Cullen, perchè è un personaggio che mi ha dato tanto e che adoro sia caratterialmente che fisicamente.
Ho quindi ringiovanito la sua fisionomia per dargli l’aspetto di un ventenne, schiarita la carnagione e aggiunto le lentiggini. Ho aggiustato altezza e distanziamento degli occhi, sistemato il naso, ridotto la profondità della fronte e aumentato la larghezza della mascella.

 

Non posso assicurarvi che questa sarà la modifica finale, ma vi giuro che vederlo muoversi mi ha fatto piangere per la commozione. E se arrivo a piangere vuol dire che in tutto questo c’è qualcosa di perfetto.

L’emozione è stata talmente grande che nella mia mente ha cominciato a crearsi tutta una serie di dettagli e informazioni su Evannoryen, tali da sbloccare finalmente alcune lacune nella trama che non trovavano soluzione da anni.

 

E niente, son felice e volevo farvelo sapere. A breve spero di riuscire a compilare una scheda aggiornata del suo personaggio, in modo da sistemare le scene già in lavorazione. Non credo potrò condividere tutte le informazioni sul sito (ok spoilers ma se vi dico tutto non c’è gusto, no?) ma chissà… magari salta fuori una bozza di un capitolo come se niente fosse!

 

Alla prossima!

 

 

ps. cioè, non potete capire quanto stia gongolando per queste gif. IL MIO EVAN SI MUOVEEE!!!
Ok basta, me ne vado. Ciaooo!!!

 

 

 

 

Lascia un commento