T E Q U I L A

Stasera credo di aver bevuto… quanti? Dieci shottini di tequila?
Cosa non si fa per avere l’ispirazione per scrivere… è terribile… essere costretta ad annebbiarmi volontariamente il cervello per essere creativamente produttiva. Mi odio. E allo stesso tempo adoro questa sensazione.
Lo so che non posso sfruttare questa arma segreta costantemente, altrimenti rischio di finire alcolizzata piuttosto che scrittrice di successo. Ma volevo finire il capitolo della Daga del Destino in tempo per il 9 marzo. Il motivo? Una cavolata: il racconto, almeno per quanto mi riguarda, è fermo alla notte del 7 marzo. Faith invece è già alla notte tra l’8 ed il 9, quindi devo guadagnare terreno. E vorrei farlo in concomitanza con il calendario reale.
Ce la farò? Beh, grazie alla tequila ho prodotto 10 pagine Word carattere 12 in meno di 4 ore. Direi che non è male, visto che il the verde mi aveva fatto produrre… ehm, NIENTE in un intero pomeriggio.

Tra l’altro ho finito una bottiglia di tequila e bevuto due shottini di quella nuova, che pare essere tremendamente più forte. Son rincoglionita forte quindi salvo tutto e vado a dormire. Anzi, sarebbe meglio dire COLLASSARE.

Ripeto: adoro questa sensazione di libertà, come se creatura che si nasconde dentro di me stesse finalmente respirando e vivendo la sua esistenza, divertendosi ed esprimendosi come vorrebbe fare ogni giorno della mia vita.

Bevo l’ultimo shottino e vado a fare le nanne. Vi lascio con la colonna sonora della mia serata e buona notte!

 

Lascia un commento