Ma col libro come va? Eh… il libro…

Devo essere sincera? Non c’ho più pensato. O meglio, mi son resa conto che lo stavo tradendo mentre perdevo tempo (e neuroni) su La Daga del Destino.

Sia chiaro. Io ADORO scrivere La Daga del Destino e non rimpiangerò mai alcun istante trascorso a scervellarmi su come andare avanti evitando di produrre solo emerite cagate. Anzi, lo dico sempre e sarò monotona, ma quel racconto mi aiuta a crescere, a migliorare, a scoprire i miei punti deboli e quelli di forza. Mi sprona ad essere migliore, a diventare la scrittrice che vorrei essere.

Chiaro che, se mi concentro su una cosa, non posso dare il 100% anche su un’altra. Quindi il lavoro sul mio libro è stato accantonato. ACCANTONATO, non dimenticato. Ogni volta che entro in Pinterest, ogni volta che guardo un film o leggo un libro, io prendo spunti per la mia trama.

Ho deciso di riscrivere i due capitoli promo, i miei draft con Mirohaar e Lienara. E’ passato tanto di quel tempo che mi rendo conto di quanto ero acerba nel modo di esprimermi; quindi non si tratterà di una correzione ma di una vera e proprio riscrittura dei pezzi. Quando lo farò? Boh.

Non ricordo se l’avevo già accennato, ma mi son decisa a scopiazzare quel genio di Martin e suddividere ogni mio capitolo per personaggio. Sto provando a farlo con La Daga del Destino e mi ci trovo benissimo.

Ora devo solo iniziare a scrivere.

Hahaha.

Haha.

Ha.

Doh.

 

 

 

Lascia un commento