DAGGER: CAPITOLO 2.1

 

La strada asfaltata sparì, come pure le case, le auto e i lampioni. Anche Doc non c’era più.
Intorno al furgone regnava il verde. Una foresta.
I raggi del sole quasi faticavano a raggiungere il suolo da quanto fitta era la vegetazione.
Gli uccellini avevano ripreso a cantare, dopo lo spavento di aver visto comparire qualcosa nel bel mezzo degli alberi.
All’interno del furgone, regnava il silenzio, rotto solo dai respiri affannati per lo spavento.
Martine guardò Nigel, che la fissò a vicenda.
Poi si girarono verso Faith, Claudia e Jack.
“E anche questa volta ha funzionato” esclamò il pirata, rilassandosi sulla poltroncina.
“Cioè, siamo arrivati? Siamo davvero arrivati?” chiese Faith, trattenendo a stento l’emozione.
“Se vuoi controllare” e, premendo il pulsante, aprì il portellone laterale.
Con prudenza scesero tutti dal mezzo, che sembrava emanare una leggera nebbiolina. Il furgone era ricoperto da un sottile strato di ghiaccio, come se fosse rimasto all’aperto durante una notte d’inverno.
Faith si guardò intorno a bocca aperta, ancora incredula. Era in una foresta, quando pochi minuti prima si trovava davanti a casa.
Si girò e vide che anche Nigel aveva la stessa espressione. I loro sguardi si incrociarono, e si misero a sorridere. Poi si abbracciarono, tra le risate di gioia.

 

 

Data di pubblicazione: 12 marzo 2009
Sito: Dagger.Forumfree.It

 

 

Lascia un commento